Cos’è la Regola delle 5 W

da | 28 Apr, 2021 | Blogging

Hai mai sentito parlare della regola delle 5 w (nota anche come Five Ws and How)? È il pilastro del giornalismo anglosassone e la regola principale per costruire la struttura di un articolo.

Che tu sia alle prime armi o già un navigato giornalista, usare lo schema basato su questi cinque passaggi potrà tornarti molto utile. Come vedrai ti basterà rispondere alle domande corrispondenti e l’articolo si costruirà da solo. (il problema è rispondere, scherzo)

All’inizio ti risulterà magari complicato, come è accaduto a me, poi vedrai, con il passare del tempo diventerà quasi automatico. Ma vediamo insieme di cosa si tratta.

Regola delle 5 w: quali sono?

Le 5 w sono:

  1. Who – chi
    Chi sono i protagonisti? C’è un protagonista principale? Ce n’è uno secondario?
  2. What – cosa
    Qual è l’oggetto dell’argomento? Quali i suoi elementi fondamentali?
  3. When – quando
    In quale tempo è collocato l’oggetto del tema? Passato, presente futuro? Se e quando ha cominciato a svilupparsi?
  4. Where – dove
    C’è un luogo specifico in cui si svolge l’attività oggetto del testo? Da dove nasce il problema di cui tratta il testo?
  5. Why – perché
    Qual è la causa per cui l’oggetto del testo compie o subisce un’azione? Ci sono cause principali e secondarie?

Chi ha fatto cosa, quando, dove e perché. Ecco come devi scrivere un articolo. Ed è un punto di riferimento per chi deve scrivere un articolo di giornale, ma anche un post del blog.

Ma perché è importante la regola delle 5 w? Pensa a come leggi il giornale. Sei al bar e butti un occhio di sfuggita sul quotidiano, scorri il feed di uno dei tuoi social e ti passano sotto gli occhi un’infinità di link agli articoli.

Tutti questi sono approcci alla lettura piuttosto veloci, quindi è necessario non solo attirare l’attenzione del lettore, ma anche dargli in poche righe tutte le informazioni di cui ha bisogno.

Le 5 w sono le domande che si pone il lettore approcciando ad un articolo, a cui devi rispondere già nelle prime righe  – quindi anche nel testo – che poi verranno approfondite in tutto il corpo del testo.

Un buon punto di partenza

Che tu sia un giornalista o comunque hai intenzione di scrivere un articolo come prima cosa dovrai raccogliere tutte le informazioni che ti servono.

Quale guida migliore se non le 5 w per avere la sicurezza di avere tutto ciò che ti serve per scrivere. La regola delle 5 w è utile prima, durante e dopo la stesura di un articolo.

La storia

Incredibilmente la storia della regola delle 5 w è molto più antica di quello che puoi immaginare. Diciamo che quelle che utilizziamo oggi sono la versione moderna di quanto veniva già utilizzato già in passato.

San Tommaso d’Aquino, nel suo Summa Theologiae distingue otto elementi fondamentali per identificare la struttura di un’azione morale. L’aspetto interessante è che nella maggior parte dei casi coincidono con le 5 w, perché sono:

  • quis – chi
  • quid – che cosa
  • quando – quando
  • ubi – dove
  • cur – perché
  • quantum – quanto
  • quomodo – in che modo
  • quibus auxiliis – con l’aiuto di chi

Evoluzione Il metodo Kipling

Anche se filosofi ed oratori del passato già strutturavano i loro discorsi rispondendo a domande precise, la regola delle 5 w come la conosciamo oggi la dobbiamo a Rudyard Kipling.

Kipling parla di “sei onesti servitori“, quindi oltre alle 5 domande c’è qualcos’altro da tenere in considerazione howovvero il come, una sesta domanda.

Infatti più recentemente si è iniziato a parlare della regola delle 5 w + 1h rendendo il metodo ancora più efficace del metodo base.

regola 5 w + h

Regola delle 5 W + 1 H – Esempio

Ora che siamo arrivati all’evoluzione finale, facciamo subito un esempio per capire meglio.

La nostra azienda Villani ha brevettato una nuova cassaforte in acciaio temperato che abbiamo chiamato Golia. Grazie alla sua anima in triplo acciaio e titanio e alle 223.786 combinazioni possibili, questa serratura è inattaccabile. Sarà prodotta dal 2021 nel nostro stabilimento di Napoli e sarà distribuita a tutti i rivenditori italiani e in Svizzera.

Ecco le domande sviluppate dal testo

  • perchè si chiama Golia?
  • Come è fatta questa anima di acciaio e titanio?
  • perchè è inattaccabile?
  • Quanto costerà
  • Come si monta?
  • Sarà per abitazioni private o per aziende?

Regola delle 5 W e Piramide rovesciata

La regola delle 5 W si inserisce in una struttura che aiuta il giornalista a stendere un articolo di giornale efficace: la piramide rovesciata. Vale a dire questo schema.

piramide rovesciata giornalismo 1

All’inizio dell’articolo devi aggiungere le informazioni più importanti. Il lettore deve capire subito chi ha fatto cosa, e in questo contesto la regola delle 5 W è perfetta.

Regola delle 5 W nel giornalismo

Per scrivere un articolo di giornale hai bisogno, dopo aver scritto l’headline, di un lead efficace. La regola delle 5 W può aiutarti a creare un buon attacco, soprattutto se riesci a rispettare questo schema di base nel primo paragrafo del testo.

  • Chi (Who): soggetto al centro della notizia.
  • Cosa (What): azione svolta dalla persona.
  • Quando (When): indica il periodo, il giorno e l’ora.
  • Dove (Where): dove avviene il fatto compiuto?
  • Perché (Why): motivazione dell’azione svolta.

In più aggiungi il come. Questo è l’attacco tipico del giornalismo anglosassone utile anche quando devi scrivere un comunicato stampa.

Andare oltre la semplice sequenza dei vari elementi e creare un testo piacevole da leggere ma, al tempo stesso, capace di riunire tutti questi elementi.

Ricordando, però, che questa è la formula tipica degli articoli di cronaca e delle notizie: scrivere un articolo d’opinione, ad esempio, non vuol dire iniziare per forza con questo schema.

Un esempio pratico di lead: l’attacco

Quando scrivi il contenuto, un articolo, puoi usare la regola delle 5 W per essere chiaro, diretto ed efficace. Esempio ?

“Durante la riunione del 31 maggio 2020, nelle sale della Farnesina, il ministro degli Esteri ha firmato gli accordi per confermare i rapporti con i paesi scandinavi”

Questo è un attacco semplice, ma che permette a chi legge di capire subito qual è il centro dell’articolo. O del comunicato stampa. Puoi lavorare anche con una formula diversa: mettendo come primo elemento il soggetto e poi gli altri elementi.

In ogni caso per studiare a fondo questo meccanismo, e per scrivere un lead efficace, puoi usare una tecnica usata per studiare la regola delle 5 W nella scuola primaria.

Attraverso questa ramificazione puoi organizzare le 5W1H question in uno schema chiaro e utile sia per la scrittura giornalistica che per altri scopi. Non dimenticare che questa struttura viene utilizzata anche nel problem solving e nello studio.

Regola delle 5 w nel web writing

Anche sul web la regola delle 5 w è indispensabile per catturare subito l’attenzione del lettore. Ricordati che sul web abbiamo ancora più bisogno di un rapido approccio all’attenzione del lettore.

Non dobbiamo mai dimenticare che un lettore medio ci dedicherà circa 10 secondi prima di decidere se soffermarsi sul nostro articolo o passare oltre.

Nell’above the fold, l’area che appare quando si carica una pagina web, devi far capire al pubblico che sei la risorsa che lui sta cercando. Ecco perché rispettare e rivedere la regola delle 5 W nella scrittura online è fondamentale.

Come suggerisce Nielsen, è nella prima parte della pagina web che si concentra l’attenzione del lettore. Ecco perché è importante dire tutto ciò che serve nei paragrafi che compongono la prima parte. Seguendo uno schema chiaro.

Dai prima ciò che serve al lettore e solo dopo approfondisci con domande correlate. In realtà niente di nuovo, tutto questo è già nella piramide rovesciata del giornalismo.

Dai la risposta giusta, aggiungi dettagli e dati per avvalorare la tesi e affronta sub-question. Vale a dire domande secondarie. Ecco la struttura di un contenuto.

Le altre applicazioni della regola delle 5 w

La regola delle 5 w può esserti utile in moltissime situazioni. Ad esempio: hai un problema? Ponendoti tutte le domande in questione potrai non solo capirne le cause, ma addirittura trovare facilmente una soluzione.

Devi studiare per un esame? Se si tratta di una materia umanistica – ma anche per tutte le altre – ti basterà ricordare chi, cosa, dove, quando e perché e ti rimarranno impressi i concetti fondamentali dell’argomento che stai trattando.

Una mappa mentale

Ora che hai capito l’importanza della regola delle 5 w dei falla tua e crea una mappa mentale. Consiglio? Crea un foglio excel con le domande e accanto delle righe per la risposta, ti aiuterà a seguire la mappa e a raccogliere le informazioni che ti occorrono per poi scrivere un buon articolo.

template 5w

Rispondi a tutte le domande ed il risultato sarà un ottimo punto di partenza per passare all’azione. Ricordati sempre di:

  • rispondere sempre in modo onesto e concreto,
  • non saltare nessuna domanda, sono tutte ugualmente importanti,
  • organizzare il materiale che raccogli.

Se hai trovato interessante questo articolo, lasciami un commento e se hai voglia di dare un occhiata a quello che scrivo ti invito a guardare il mio blog.

Perché Semplicemente io? Non ho la presunzione di insegnare nulla ma semplicemente di condividere quello che ho imparato lungo la strada.. perché spesso ha aiutato me e penso che possa aiutare anche agli altri.

Un abbraccio e buon blogging ma soprattutto buona vita a te.

Chi Sono

luigi villani

Luigi Villani

Sono un blogger, youtuber, opinionista e ......  Appassionato di marketing, tecnologia, digitale e comunicazione. Studio e sperimento e quando posso aiutare qualcuno sono contento di poterlo fare. Nel tempo libero mi alleno per dimagrire, ma questa è tutta un’altra storia…

Se ti è piaciuto questo post, clicca MI PIACE  qui sotto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This