Friggitrice ad aria, parliamone

da | 14 Set, 2021 | Parliamone

Molte fonti affermano che le friggitrici ad aria offrono un’alternativa salutare per preparare cibi fritti. Ma quali sono i vantaggi e i rischi di cucinare con una friggitrice ad aria?

La frittura

La frittura è uno dei metodi di cottura più amati per il suo gusto accattivante,  rende i cibi croccanti fuori e morbidi dentro, ma ha un costo in termini di salute poiché gli oli utilizzati causano malattie cardiache, diabete di tipo 2 e cancro.

I produttori di friggitrici pubblicizzano questo apparecchio come un modo per preparare e gustare cibi fritti senza gli effetti negativi sulla salute, in quanto hanno un contenuto di grassi inferiore rispetto ai cibi fritti, il che significa che possono essere più salutari.

Tuttavia, alcune persone sono preoccupate per i possibili rischi per la salute derivanti dall’utilizzo di questa nuova forma di cottura, a causa dei timori per la tossicità e il cancro.

In questo articolo, esaminiamo i benefici per la salute e i rischi dell’utilizzo delle friggitrici ad aria.

Nozioni di base

Le friggitrici ad aria sono arrivate sul mercato nel 2010 come alternativa alla frittura. Poiché a molte persone piacciono i cibi fritti, la capacità di preparare cibi croccanti nonostante l’utilizzo di meno olio ha portato alla loro rapida crescita di popolarità, anche se spesso sono necessari tempi di cottura più lunghi.

Le friggitrici ad aria sono piccoli elettrodomestici di forma diverse, in giro possiamo trovare le classiche forme che ricordano le classiche e vecchie friggitrici ad olio e le nuove forme a uovo, ma non c’è differenza tra i modelli, è solo una scelta di gusto.

diversi tipi di friggitrici ad aria

I modelli classici sono dotati di un cestello estraibile dove inserire il cibo e, se lo si desidera, anche dei condimenti. Vi sono anche altre tipologie molto simili ad un forno a microonde che hanno capienze più ampie e la possibilità di tostare.

Come funzionano

Quando si esaminano i potenziali vantaggi o svantaggi di un metodo di cottura, è utile capire esattamente come viene cotto o riscaldato il cibo.

Le friggitrici ad aria vengono chiamate in modo errato perchè, essenzialmente, presentano le caratteristiche di un forno e, invece, differiscono molto dalle friggitrici. Le friggitrici ad aria hanno resistenza come quella dei forni classici e una ventola che spinge l’aria calda intorno al cibo, un po’ come un forno ventilato concentrato.

funzionamento friggitrice ad aria

L’aria che circola cuoce prima l’esterno degli alimenti, creando un rivestimento croccante e lasciando l’interno morbido, proprio come accade con i cibi fritti.

La croccantezza che si ottiene è dovuta al liquido che viene rimosso dal cibo nel processo di cottura. Mentre il cibo cuoce, un contenitore sotto il cestello raccoglie il grasso o i liquidi rilasciati dai cibi.  

Cosa si può cucinare in una friggitrice ad aria?

Con una friggitrice ad aria puoi cucinare tutto ciò che normalmente friggi nell’olio, in particolare: patatine fritte, pollo, polpette, frittate, crocchette, verdure, bastoncini di formaggio, pesce.

I modelli più grandi (tipo forno a microonde) hanno anche la possibilità di tostare e cuocere come i forni convenzionali. Puoi usare la friggitrice ad aria anche per altre ricette, come torte salate e dolci.

alimenti che si possono cuocere con friggitrice ad aria

Friggitrici ad aria contro frittura tradizionale

La principale differenza tra la friggitrice ad aria e la friggitrice tradizionale è per la quantità di olio utilizzata. In generale, è necessario molto meno olio quando si cucina con una friggitrice ad aria rispetto a una friggitrice classica. 

A volte è necessaria solo una piccola quantità di olio e, se aggiunto all’impanatura, può essere sufficiente un cucchiaino, ma è possibile cuocere addirittura in assenza di olio.

Se prendiamo come esempio la cottura di patatine fritte, con una friggitrice ad aria le patatine conterranno il 75% di grassi in meno rispetto a quelle cotte con la frittura classica e per quelli che non credono mai, ecco uno studio che lo dimostra.

Oli, calorie e obesità

Sebbene alcuni oli siano considerati più salutari di altri, una quantità eccessiva di qualsiasi tipo di olio può essere malsana.

L’assunzione di oli e grassi in eccesso porta indubbiamente all’obesità, con tutti i problemi che i chili di troppo causano. Negli Stati Uniti, uno studio su 14 milioni di casi, ha evidenziato che l’aumento dei tassi di obesità è alla base della crescente incidenza di alcuni tumori nei giovani.

Inoltre la vita frenetica e veloce, la mancanza di tempo, lo stress lavorativo, ci portano sempre più frequentemente a consumare pranzi e spuntini veloci acquistati nei vari fast food, dove le fritture, come sappiamo, avvengono nelle friggitrici di tipo industriale che sono peggiori delle nostre fritture tradizionali casalinghe. (Non voglio appesantire la lettura, ma se avete voglia, qui trovate uno studio sul riscaldamento ripetuto degli oli vegetali).

Detto questo, è chiaro che passare da cibi fritti a cibi fritti ad aria e ridurre l’assunzione regolare di oli nocivi può favorire la perdita di peso.

olio surriscaldato e obesità

Le friggitrici ad aria e Acrilammidi

Acrilammidi: secondo voi, visto il nome strano, può mai essere qualcosa di buono? Infatti non lo è, e ora scopriamo cosa fa. Friggere il cibo nell’olio può causare lo sviluppo di composti pericolosi, come l’acrilammide.

Questo composto si forma in alcuni alimenti durante i metodi di cottura ad alta temperatura, come la frittura.

Sono sostanze chimiche che si formano in una reazione tra l’aminoacido asparagina e gli zuccheri quando gli amidi (come le patatine fritte) vengono cotti ad alte temperature.

Secondo l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro, l’acrilammide potrebbe avere collegamenti con lo sviluppo di alcuni tipi di cancro, tra cui: il cancro dell’endometrio, uterino, dell’ovaio, del pancreas, della mammella e dell’esofago. Ulteriori studi hanno anche suggerito un legame tra acrilammide alimentare e tumori renali, endometriali o ovarici, sebbene i risultati siano incerti. 

Poiché le friggitrici ad aria richiedono tempi di cottura più lunghi rispetto alle friggitrici, c’era qualche preoccupazione che il contenuto di acrilammide degli alimenti fosse più elevato nei prodotti cotti con la friggitrice ad aria. 

Fortunatamente, (per chi le produce), uno studio del 2020 sulla frittura ad aria ha scoperto che la frittura ad aria potrebbe ridurre la quantità di acrilammide formata rispetto alla frittura tradizionale. La frittura ad aria ha inoltre comportato una minore formazione di idrocarburi policiclici aromatici.

Effetti negativi delle friggitrici ad aria

Mentre le friggitrici ad aria riducono la probabilità di formazione di acrilammide, potrebbero comunque formarsi altri composti potenzialmente dannosi.

Ad esempio, la frittura ad aria del pesce aumenta la quantità di una sostanza chiamata “ossidazione del colesterolo” (COP). I COP si formano quando il colesterolo nella carne o nel pesce si scompone durante la cottura; queste sostanze sono connesse a problematiche cardio-vascolari, all’indurimento delle arterie e ad altre malattie. Inoltre, questi composti hanno associazioni con il rischio di cancro, secondo il National Cancer Institute .

Un modo per ridurre la quantità di “ossidazione del colesterolo” quando si frigge il pesce è aggiungere prezzemolo fresco, erba cipollina o una miscela di tutti e due, poiché queste erbe agiscono come antiossidanti

La frittura ad aria sembra anche frenare gli acidi grassi omega-3 contenuti nel pesce. Questi “grassi buoni” aiutano ad abbassare la pressione sanguigna e ad aumentare i livelli di colesterolo “buono” e possono aiutare a proteggere il cuore.

Gli scienziati devono fare ulteriori ricerche per chiarire esattamente come la frittura ad aria e questi composti sono correlati.

Senza BPA e PFOA

Vi è capitato di leggere la sigla SENZA BPA PFOA su alcuni prodotti e accessori che utilizzate ogni giorno? Avete ben chiaro il loro significato?

Scopriamo perché è bene evitare che nelle nostre friggitrici siano presenti il PFOA e il BPA (Bisfenolo A).

logo fpa pfoa free

PFOA

Questa sigla indica “l’acido perfluoroottanoico”. Viene utilizzato per produrre lo strato antiaderente nella produzione di pentolame e nei cestelli (in questo caso della friggitrice). Siccome si trova nella parte superficiale viene a contatto con gli alimenti da cucinare. Se questo raggiunge alte temperature, questo acido sarà assorbito dal cibo. Inoltre le sue particelle, una volta scomposte, circoleranno nell’aria per cui potranno anche essere respirate. 

BPA – BISFENOLO A

Il Bisfenolo A è un’altra sostanza chimica assolutamente da evitare. La sigla con la quale viene riconosciuto è “BPA, dove la lettera “A” sta per acetone. Infatti viene preparato applicando la condensazione dell’acetone con due gruppi di fenolo. Si trova nel rivestimento di pentolame e in altri recipienti di metallo (come per esempio le lattine). Se ingerito, attraverso la cottura in contenitori (pentole, cestelli, contenitori, etc), contenenti BPA, può provocare grossi disturbi a livello endocrino. Scegliamo sempre BPA e PFOA FREE.

Concludendo

La ricerca sugli effetti del cibo fritto è attualmente limitata, ma gli esperti generalmente raccomandano alle persone di limitare l’assunzione di cibi fritti in generale.

Sebbene le friggitrici ad aria siano in grado di fornire opzioni più salutari rispetto alle friggitrici tradizionali, limitare del tutto l’assunzione di cibi fritti giova chiaramente  in modo significativo alla salute.

La semplice sostituzione di tutti i cibi fritti con cibi fritti ad aria non basta a garantire in alcun modo una dieta salutare; infatti, per una salute ottimale, le persone dovrebbero concentrarsi su una dieta ricca di verdura, frutta, cereali integrali e proteine ​​magre.

Mentre le friggitrici ad aria riducono la probabilità di formazione di acrilammide, potrebbero ancora formarsi altri composti potenzialmente dannosi perché tutte le cotture ad alta temperatura come la carne, ad esempio, possono causare idrocarburi aromatici policiclici e ammine eterocicliche

Assicuratevi di includere altri metodi di cottura nelle normali routine dietetiche per una salute ottimale.

Mantenere una varietà di cibi e metodi di cottura aiuterà certamente le persone a ottenere una dieta più salutare.


Se hai trovato interessante questo articolo, lasciami un commento e se hai voglia di dare un occhiata a quello che scrivo ti invito a guardare il mio blog.

Perché Semplicemente io? Non ho la presunzione di insegnare nulla ma semplicemente di condividere quello che ho imparato lungo la strada.. perché spesso ha aiutato me e penso che possa aiutare anche agli altri.

Un abbraccio e buon blogging ma soprattutto buona vita a te.

Chi Sono

luigi villani

Luigi Villani

Sono un blogger, youtuber, opinionista e ......  Appassionato di marketing, tecnologia, digitale e comunicazione. Studio e sperimento e quando posso aiutare qualcuno sono contento di poterlo fare. Nel tempo libero mi alleno per dimagrire, ma questa è tutta un’altra storia…

Se ti è piaciuto questo post, clicca MI PIACE  qui sotto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This