Le NUOVE 8 Power Words per il marketing

da | 27 Nov, 2021 | Blogging

Le power words (parole del potere) sono usate nelle strategie di copywriting per il loro potere di convertire, di incuriosire, oppure di innescare emozioni positive o negative a seconda dell’obiettivo prefissato. Ma quali sono queste “parole del potere” e quando sono davvero efficaci?

Si tratta di termini persuasivi che hanno il potere di innescare una reazione a seconda del termine usato e della struttura del contenuto prodotto.

spazzare parole inutili

Power words: cosa sono?

Ti starai chiedendo: “perché dovrei stimolare nel cliente delle emozioni negative?”

Il potere di un buon annuncio di copyright è quello di innescare delle emozioni, talmente positive da spingere la persona ad acquistare il tuo prodotto perché vuole soddisfare questo suo desiderio.

Ma puoi anche utilizzare una tecnica molto efficace che consiste nel rievocare emozioni particolarmente negative nel tuo cliente e poi usare il tuo prodotto come soluzione al problema che gli hai appena creato.

Infatti, devi sapere che la maggior parte di annunci pubblicitari non funziona offrendo soluzioni a problemi che i clienti hanno, ma offrendo soluzioni a problemi che sono creati dagli stessi pubblicitari.

Oggi giorno l’uso studiato delle parole per chi si occupa di copywriting e di marketing dei contenuti è più che mai essenziale.

Le power words ne sono la prova: parole potenti in grado di motivare le persone a compiere un’azione specifica sul sito web, come ad esempio leggere un articolo del tuo blog, iscriversi alla newsletter delle promozioni, o ancora acquistare un prodotto dal tuo negozio e-commerce.

Inviti all’azione che fanno leva su emozioni e che, in modo rapido e naturale, aumentano i tassi di conversione in base all’obiettivo che ti sei prefissato.

A riprova della loro efficacia,  giova ricordare che le power words sono basate sui concetti sintetizzati dalla piramide di Maslow che classifica i bisogni dell’essere umano: fisiologici; di sicurezza e protezione; di appartenenza; di stima e di successo; di realizzazione di sé.

schematizzazione dei bisogni

Le power words, in pratica, vanno a toccare una o più corde dei bisogni essenziali della natura umana e in questo modo esercitano il loro potere persuasivo all’azione.

Sostituire una parola “anonima” con una parola che evoca in noi forti emozioni può fare un’enorme differenza.

Numerosi studi hanno dimostrato come la modifica di una parola comporta cambiamenti nel comportamento delle persone.

In uno di questi studi, i ricercatori Nicolas Guéguen e Lubomir Lamy hanno dimostrato che, per aumentare il numero di donazioni, bastava aggiungere la parola AMARE alle cassette destinate alla raccolta fondi.

Quando i ricercatori aggiunsero le parole DONARE = AIUTARE alle cassette, le donazioni aumentarono del 14% rispetto a quelle che riportavano solo lo scopo della donazione.

Successivamente, sostituirono la parola aiutare con amare. E indovina cosa è successo?

Con il cartello che recitava, DONARE = AMARE, le donazioni aumentarono addirittura del 90%.

Un dato piuttosto significativo, non trovi?

Questa ricerca testimonia come la sostituzione di una parola con un’altra possa provocare cambiamenti notevoli nel comportamento di noi umani.

La parole “Amare”, quindi, è una power word, una parola che difficilmente ci lascia indifferenti.

Quali caratteristiche hanno le power words?

Nonostante le power words cambiano in relazione al contesto e allo scopo, è possibile riconoscere alcune caratteristiche comuni che rimandano ad alcuni aspetti dell’indole umana:

  • Curiosità: la parola ha il potere di stimolare il desiderio di andare oltre a ciò che si vede, o che si conosce.
  • Emozione: la parola suscita una reazione emotiva, aspetto cardine del marketing emozionale.
  • Equilibrio: una power word non è né troppo semplice, né troppo pretenziosa e comunica chiaramente.
parola power

Power words: come usarle?

La produzione dei contenuti per il web è in crescita costante ed esponenziale, eppure la percentuale dei contenuti efficaci, (in termini di tempo dedicato dall’utente), è molto bassa.

Il motivo? Possono essere molteplici:

  • il lettore non ha trovato quello che cercava,
  • il contenuto non è ottimizzato,
  • il design non è efficace,
  • non si è fatto buon uso delle parole.

E ciò vale sia quando si crea un articolo sul sito web, sia quando si interagisce con un post sui social network.

Come usare quindi le power words per renderle davvero efficaci?

Quale è il metodo da applicare per aumentare il tasso di conversione attraverso di esse?

Ecco tra facili consigli da mettere in pratica nel copywriting di ogni livello:

  • Conosci il tuo pubblico: per usare bene le power words è necessario prima di tutto chiedersi non solo qual è l’obiettivo che vogliamo raggiungere, ma anche a chi ci stiamo rivolgendo.

Le emozioni basilari per quanto trasversali mutano in relazione alla fascia di età, alle condizioni socio-economiche e al livello culturale della persona.

  • Non abusare: il linguaggio deve essere naturale e appropiato sia all’argomento trattato che al target, inserire parole ‘a caso’ e in quantità eccessiva non soltanto annulla il loro potere, ma può essere addirittura controproducente.
  • Usa le maiuscole: soprattutto per le caption di Instagram, i caratteri maiuscoli richiamano immediatamente l’attenzione visuale del lettore, focalizzandola poi in seconda battuta sul concetto espresso.

Dove usare le power words?

Saper dosare le parole potenti, misurandole nella quantità e calibrandole sul proprio pubblico è il trucco più efficace per trarne il massimo vantaggio.

Oltre a questo è importante anche posizionarle nel posto giusto, per esempio nei seguenti elementi del testo:

  • Titoli: usa le power words nei titoli degli articoli del tuo blog o anche dei post dei social, così da attirare subito l’attenzione del lettore e facilitare l’aumento della percentuale dei clic.
  • Oggetto dell’e-mail: nelle newsletter è fondamentale andare subito al centro del discorso per invogliare i lettori e gli abbonati a leggere il contenuto ed evitare che la mail sia prematuramente cestinata.
  • CTA: fai sapere ai tuoi lettori in modo chiaro e conciso cosa vuoi che facciano, spingendoli ad agire usando le giuste parole nella tua CTA (Call To Action).
  • Primo e ultimo paragrafo: aggiungere parole potenti nella prima e nell’ultima parte del tuo testo è il modo perfetto per evidenziarle agli occhi degli utenti.
bambino che urla al microfono

Le power words che consiglio

1 – Gratis/Gratuito

Immagino che stai dicendo, si lo so questa la conoscevo. Hai ragione, chi non ama le cose gratuite? Si tratta di un istinto naturale che spinge a desiderare qualsiasi cosa a costo zero, purché susciti anche una minima curiosità o un minimo interesse.

Offrire un prodotto, un servizio, un corso, gratis attirerà più persone, ma soltanto nel giusto contesto. Ecco perché è consigliabile utilizzare questa parola soltanto quando ha davvero senso, per esempio per enfatizzare la libera possibilità di accesso a guide, corsi, supporto, podcast.

L’abuso della parola gratis, invece, può essere controproducente perché  attirerà anche utenti che non seriamente interessati, ma semplicemente attratti dalla gratuità e queste persone difficilmente si trasformeranno in clienti, lettori, followers etc.

2 – Subito/Urgente

La parola urgente spinge il senso della priorità e richiama subito l’attenzione della persona che sta leggendo, ascoltando o guardando un video.

Alcuni studi di neuroscienza, basati sull’analisi della risonanza magnetica, hanno dimostrato che il cervello umano si attiva quando immagina ricompense istantanee.

In pratica, la nostra corteccia frontale si accende quando sentiamo, o leggiamo parole come “istantaneo“, “immediato“, o anche “veloce”.

Sono power words che sottolineano ai clienti che riceveranno il loro prodotto molto rapidamente, oppure che qualcuno si metterà in contatto con loro al più presto.

Usando queste parole in frasi persuasive si può dare la giusta spinta ai clienti per procedere con l’acquisto, o per inviare una mail, o per lasciare il numero di telefono o il loro indirizzo email.

È una tattica molto affidabile a patto che si segua l’unica regola d’oro: mantieni sempre le tue promesse!

Se prometterai più di quello che potrai mantenere, finirai per compromettere la reputazione del tuo marchio e per mandare in fumo tutto il lavoro.

3 – Nuovo/Novità

Il nostro cervello risponde in modo più positivo agli stimoli ricevuti da marchi conosciuti per una naturale difesa rispetto all’idea di cambiamento drastico.

Se questo è vero, come “nuovo” e “novità” possano essere power words?

Eppure è proprio così, in quanto i centri di risposta neuronali reagiscono a tali parole che sono in grado di attivare l’istinto di scoperta e la naturale curiosità dell’indole umana.

I tuoi prodotti/servizi sono utili ai clienti, che si attendono dal tuo marchio nuove funzionalità e perfezionamenti, o semplicemente un nuovo design o packaging: una risposta ai bisogni anzi un modo per anticiparli, in modo tale da tenere sempre alta la soglia di attenzione degli utenti in merito a cosa succede nel tuo business.

4 – Attenzione

La parola attenzione, (soprattutto se sottolineato o in grassetto), ha il potere di creare un’urgenza nella persona che sta leggendo il tuo annuncio, quindi se tu inizi un annuncio con: “attenzione, l’offerta è valida solo fino al 30 di giugno”, la persona sarà portata a provare il desiderio di poter acquistare quel prodotto.

Se invece il prodotto è in vendita solo fino al 30 di giugno senza “attenzione”, probabilmente la persona non si sarebbe soffermata a leggere il resto della frase.

5 – Approvato/Certificato

Le persone, soprattutto quelle di sesso maschile e soprattutto nella nostra cultura, hanno bisogno di sentirsi rassicurati sull’effettiva efficacia di un prodotto.

Quindi, se il prodotto è “approvato”, “approvato il metodo è testato”, “il metodo è certificato o il corso e certificato”, in questi casi tu puoi ottenere una garanzia, cioè rassicuri un cliente che quello che gli stai offrendo ha qualcosa di assolutamente efficace per poter risolvere il suo problema.

Attenzione, quando usi la parola certificato devi poi dare le prove di questo. Se invece usi la parola approvato, devi poi mettere all’interno del tuo articolo un link a studi che provano quello che hai scritto oppure utilizzare testimonianze di persone sull’effettiva del prodotto.

Quindi: “provato questo metodo, fa passare l’ansia in 7 giorni”. Sotto metterò delle testimonianze di persone col loro nome e cognome, se vuoi la loro foto, il loro mestiere, che spiegheranno come con quel prodotto effettivamente gli ha passato l’ansia.

5 – Adesso

Questa è una parola molto utile, direi quasi indispensabile e da utilizzare alla fine dell’annuncio.

Devi sapere che adesso crea un senso di urgenza vero e proprio, un invito all’azione, se scrivo o ti dico: “scarica il corso”, non indica una scadenza temporale.

La nostra mente se non gli dice esattamente cosa deve fare e quando lo deve fare, spesso si perde in una serie di dubbi e ipotesi che gli fanno rimandare o abbandonare la decisione.

Ti sarà capitato di rimandare un lavoro, o ad una dieta?

“Inizio la dieta, ma la inizio entro questa settimana, no, domani, entro un mese, entro il 1 gennaio, entro il 3 febbraio”, poi non la inizi mai.

Se tu utilizzi invece adesso, ha un potere molto più forte, non indichi di rimandare ma di prendere la decisione adesso.

Quindi ogni volta che tu chiuda una fase con adesso puoi portare la persona a sentire l’urgenza di poter confermare l’azione.

Adesso può essere usato in una maniera strategica, con una tecnica che viene dal mondo della comunicazione persuasiva efficace, l’ipnosi conversazionale che si può utilizzare anche nel linguaggio scritto.

checco zalon

La parola adesso la utilizzeremo per congiungere due frasi. Ti faccio un esempio: “il corso che stai per acquistare è il migliore in commercio, adesso, quando deciderai di fare questo passo, sarai soddisfatto del tuo acquisto”.

In realta la mente inconscia che non conosce la punteggiatura, vede come un’unica frase, quindi il prodotto che ti sto per presentare adesso è il migliore in commercio.

Adesso viene visto dalla mente di chi sta leggendo l’annuncio come la fine della frase precedente, lascia che ti faccio un esempio ancora più concreto.

“In questo momento sto girando un videocorso che parla di copywriting. Il copywriting è qualcosa di molto utile, dovresti acquistare assolutamente un corso come questo”.

“Se vuoi migliorare le tue vendite adesso, acquista un corso di copywriting e il settore commerciale inizierà ad andare meglio di prima”.

Quindi è come se tu stessi dicendo all’inconscio di quella persona, acquista il corso di copyrighting, ma fallo adesso.

6 – Nuovo

Un’altra power world molto interessante e molto potente. Noi tendiamo a credere che tutto ciò che è nuovo è sicuramente più efficace del precedente.

Esempio:

  • Il nuovo metodo per aumentare l’autostima.
  • Il nuovo libro di Luigi Villani.
  • Il nuovo metodo per studiare.

Tutte frasi molto efficaci perché il nuovo, quindi fa pensare che quel metodo, a qualcosa di più e sicuramente migliore di quelli che l’hanno preceduto.

Quindi nuovo è qualcosa di assolutamente efficace, un nuovo libro di Luigi Villani può suonare come un libro migliore rispetto ai precedenti.

Potrebbe anche essere che i precedenti libri siano migliori dell’ultimo ma il fatto che quel libro è nuovo, quindi viene dopo in una linea temporale, farà percepire una sensazione di maggiore piacere, maggiore fiducia all’interno della mente di chi sta leggendo e sarà più portato ad acquistare quel prodotto.

7 – Originale

Ogni volta che utilizziamo la parola originale diamo l’idea alla persona che sta per acquistare qualcosa che effettivamente non può acquistare da nessun’altra parte.

La parola originale è da mettere all’interno del tuo copy: “il metodo originale per poter perdere 7 kg in 10 settimane”.  

8 – Grazie

Questa parola rievoca nella mente di chi sta leggendo l’annuncio, un senso di gratitudine, un senso di qualcosa di bello, di piacevole, un abbraccio, di una bella parola, di qualcosa comunque che evoca delle sensazioni in positivo.

Vediamo qualche esempio:

  • perderai 5kg grazie al metodo dei 5 giorni
  • grazie a questo metodo ………
  • grazie a questa dieta ……….

Altri esempi di power words

Qui di seguito la lista, in ordine alfabetico, delle power words più influenti e più durature secondo il guru della pubblicità David Ogilvy:

Affare – Annunciando – Cercasi – Confronta – Facile – Improvvisamente – Incredibile -Magia – Miglioramento – Miracolo – Notevole – Offerta – Ora – Presentazione di – Rivoluzionario – Sbrigati – Sensazionale – Sfida – Sorprendente – Veloce.


Se hai trovato interessante questo articolo, lasciami un commento e se hai voglia di dare un occhiata a quello che scrivo ti invito a guardare il mio blog.

Perché Semplicemente io? Non ho la presunzione di insegnare nulla ma semplicemente di condividere quello che ho imparato lungo la strada.. perché spesso ha aiutato me e penso che possa aiutare anche agli altri.

Un abbraccio e buon blogging ma soprattutto buona vita a te.

Chi Sono
luigi villani
Luigi Villani

Sono un blogger, youtuber, opinionista e ......  Appassionato di marketing, tecnologia, digitale e comunicazione. Studio e sperimento e quando posso aiutare qualcuno sono contento di poterlo fare. Nel tempo libero mi alleno per dimagrire, ma questa è tutta un’altra storia…

Se ti è piaciuto questo post, clicca MI PIACE  qui sotto

i favati

Cantine I Favati

L'Azienda vitivinicola I Favati nasce da una grande tradizione e si pone con grande autorevolezza nello scenario italiano dei produttori di pregiati vini e grappe

azienda agricola ponterotto

Azienda Agricola Ponterotto

La scelta della ragione sociale Azienda Agricola Ponterotto non è casuale: deriva dall’omonimo ponte che si erge sul fiume Calore conosciuto come Ponte Rotto

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share This